Testuggine Comune
20 Marzo 2015
Leccio
28 Marzo 2015
Mostra tutti

Roverella

Quercus pubescens

 Nel sud Italia il termine roverella è spesso riferito in senso ampio a ben quattro specie:
la roverella propriamente detta Quercus pubescens, la quercia virgiliana Quercus virgiliana, la quercia di Dalechamps Quercus dalechampii e la quercia amplifolia Quercus amplifolia, la cui distinzione è stata ecentemente
rivalutata. roverella
Il corretto inquadramento tassonomico è da tempo oggetto di studi e continue revisioni. L’esatta identificazione di queste specie risulta, infatti, davvero ostica anche per gli esperti, per via dello spiccato polimorfismo che le contraddistingue e per la grande facilità con cui si ibridano tra loro.
Non solo è praticamente impossibile trovare due individui della stessa specie di questo gruppo che abbiano la stessa foglia, ma, nello stesso albero, spesso, si possono trovare foglie molto diverse tra loro che sembrano appartenere a due alberi differenti.
Questa grande diversità biologica può creare confusione, ma, tassonomia a parte, le “roverelle” sono le querce più diffuse della regione; la loro presenza crea una perfetta armonia con il paesaggio rurale, ritmando il vasto respiro della steppa murgiana.