Giardino Botanico

 

 

 

 

Nel Giardino Botanico del Bosco Difesa Grande, realizzato con la consulenza e il supporto del Museo Orto Botanico dell’Università degli Studi di Bari, le specie vegetali sono presentate al visitatore secondo un criterio ecologico-fitogeografico, cioè ricreando alcuni dei principali ambienti naturali pugliesi. Attraverso questo percorso botanico è possibile condurre un viaggio ideale dalle aree a quote più basse e prossime al mare verso l’entroterra. Nel breve tempo di una visita si può apprezzare il carattere di differenti tipologie vegetazionali, declinato in natura lungo gradienti ecologici e geografici.

In questo modo, in ciascuno dei 14 settori presenti, si sperimenta un estratto della ricchezza e della complessità di differenti tipi di boschi, macchie, garighe e praterie, senza dimenticare gli ambienti rocciosi e rupicoli, tanto diffusi in Puglia, quelli d’acqua dolce e, infine, quelli dei substrati argillosi, al contrario poco comuni nella regione.

Quasi sempre, le specie presenti in ciascuna aiuola sono i componenti più tipici di altrettante specifiche comunità vegetali. Nel caso della roccaglia, poi, le diverse entità sono accomunate dalla simile ecologia dell’ambiente in cui esse vivono in natura, senza necessariamente far parte effettivamente della stessa comunità e vivere nello stesso territorio.

Su una superficie di poco più di 1000 mq trovano spazio oltre 160 specie della Flora autoctona regionale, espressione di suggestivi paesaggi più o meno familiari. Alcune di esse sono di particolare importanza fitogeografica, come quelle esclusive della Puglia o come le specie a baricentro orientale, e con la loro area di distribuzione attuale raccontano antiche vicende evolutive; altre, rare e rappresentate da popolazioni poco numerose, sono a rischio di estinzione in natura.

Clicca sui numeri per accedere alle varie aree del giardino

Bosco submesofilo a Cerro

Bosco eliofilo caducifoglio a Roverella

Bosco semideciduo a Fragno

Bosco termo-xerofilo sempreverde a Leccio

Boscaglia termo-xerofila sempreverde a Quercia spinosa

Macchia mediterranea a sclerofille sempreverdi

Ambiente roccioso e rupicolo

Gariga camefitica

Gariga nanofanerofitica

Ambiente dei substrati argillosi

Prateria xerica perenne sub-mediterranea

Prateria termo-xerica perenne mediterranea

Prateria termo-xerica perenne mediterranea a Ferula ed Asfodeli

Ambiente acquatico